Ciclo flebosil

Un muro colpito da umidità ascendente assorbe negli anni una considerevole quantità d'acqua; se il flusso di risalita si interrompe tramite l'inserimento di una barriera, l'umidità residua tende ad evaporare più o meno velocemente, in relazione alla quantità d'acqua che è stata assorbita, allo spessore delle murature, alla natura fisico-chimica del manufatto, alle temperature ed ai tassi di umidità relativa presenti nell'atmosfera circostante ed infine alla percentuale dei sali igroscopici presenti.

in primo luogo è necessario effettuare un Sopralluogo ad esaminare le condizioni ambientali, il tracciamento delle quote e la distribuzione delle perforazioni utilizzando strumenti meccanici di potenza adeguata.

  • Le perforazioni verranno eseguite in un solo lato della muratura con andamento orizzontale o verticale e seguiranno l'andamento del dislivello fra gli ambienti, o delle diverse quote fra interno ed esterno e saranno effettuati per quasi tutta la profondità del muro, ad esclusione degli ultimi 5 cm., proprio per evitare che il formulato chimico trasudi all'esterno.
  • Applicazione dei trasfusori che verranno predisposti alla base delle murature ad un interasse di cm. 15-20 e ad un'altezza di cm. 15 dal piano di calpestio, con idonea inclinazione.
  • Impregnazione con resine alchil-silossaniche oligomeriche a basso peso molecolare, in emulsione acquosa. Il formulato chimico, iniettato tramite idonei trasfusori o iniettori collegati a dei contenitori graduati (tipo flebo), consente una lenta e graduale impregnazione del muro, con facilità di controllo sia della quantità del prodotto iniettato, sia dei tempi necessari all'assorbimento del prodotto da parte del manufatto.

 

.:: credits ::.
.:: Restauro Valeri S.r.l. ::.
Via del Commercio, 10 - 55042 Camaiore (Lucca)
Tel. (+39) 0584 969550 - Cell. (+39) 366 7204767 - Fax. (+39) 0584 969449
http://www.restaurovaleri.it - info@restaurovaleri.it
C.F. P.iva 01829290467