Ligneo

Nel corso della propria attività la Restauro Valeri S.r.l. ha effettuato numerosi interventi di restauro ligneo sia su beni artistici mobili che su coperture lignee di valore storico il cui degrado ne aveva fortemente compromesso la funzione decorativa e statica. Il restauro delle coperture lignee è un caso che incontriamo frequentemente nel corso di lavori di recupero di edifici storici come nel caso di di Palazzo Gambacorti a Pisa e sempre nella stessa città siamo intervenuti alla Ex Stazione Leopolda, agli Ex Macelli pubblici ed a Palazzo Mosca. Altri interventi di recupero delle coperture sono stati realizzati a Genova Palazzo Tursi e a Villa Garzoni a Collodi.

La caratteristica del legno di essere un organismo vivente adattabile nel tempo all'ambiente, comporta la presenza di varie tipologie di problemi intrinseci (dovuti alla umidità dell'ambiente, alla presenza di muffe, funghi, insetti ecc..) che vanno ad interagire e a sovrapporsi alla problematica e al contesto generale del bene oggetto del restauro. II restauratore pertanto dovrà prima di intraprendere qualsiasi operazione di recupero, operare un attenta analisi chimico-fisica del degrado esistente del supporto ligneo ottenendo le risposte necessarie per compier le scelte operative d'intervento.

 

Di seguito alcuni esempi dei nostri interventi:

Ligneo

Consolidamento delle travature in legno

Nel corso di questi venticinque anni la Restauro Valeri S.r.l. ha effettuato diversi interventi su coperture lignee, in cui il degrado ne aveva fortemente compromesso la funzione strutturale-portante. il caso dell'Ex Stazione Leopolda, della chiesa di Santa Maria della Spina, degli Ex Macelli Pubblici e del complesso Comunale di Palazzo Gambacorti e Palazzo Mosca.

Di seguito sono riportate sintesi sul tipo di degrado e sulla tipologia di restauro effettuato.

Smontato il manto e lo scempiato, è stata revisionata completamente la struttura lignea, con interventi di ristrutturazione e restauro sulle parti deteriorate o mancanti della grossa orditura ed eliminazione delle grosse orditure in ferro che la sostenevano. Questo procedimento ha consentito di evitare qualsiasi sostituzione delle vecchie travi, come era invece previsto nella iniziale perizia.

Il principale danno delle travature in legno era l'infiltrazione dell'acqua piovana con conseguente sviluppo di un attacco biologico e in particolar modo microbiologico.

La causa è stato l'attacco di carie fungine, che hanno la capacità di separare completamente nel legno le parti leganti dalle impalcature. La scomposizione molecolare di questi composti ha come risultato una carbonizzazione del legno con conseguente residuo cotonoso. Ciò comporta nei casi più gravi la perdita totale di resistenza ai carichi nella zona attaccata e rende inutili qualsiasi consolidamento chimico.

stato allora necessario 'scattivare' e ricostruire le travi, cioè rimuovere le parti prive di consistenza, consolidando chimicamente le zone recuperabili.

In seguito la lacuna è stata armata con una fitta serie di imperniature di barre di legno duro e privo di nodi, penetranti in profondità nelle parti sane. Tali barre sono state disposte secondo la direzione della fibratura e del legno.

E' stata poi riempita la lacuna stessa con un impasto costituito da un sistema epossidico bicomponente, fillerizzato e privo di solventi, reattivo al cento per cento, praticamente esente da ritiri dimensionali.

Questa metodologia ricostruttiva è stata in grado di produrre il risultato più vicino al modello strutturale del legno sano.

Ligneo Ligneo Ligneo Ligneo Ligneo Ligneo Ligneo Ligneo
Ligneo

Restauro del modello ligneo della Basilica di San Pietro in Roma

Altro interessante lavoro si è svolto in collaborazione con la TLT di Claudio Tinunin, per il restauro del modello ligneo della Basilica di San Pietro in Roma, che era stato realizzato secondo il progetto di Antonio da Sangallo il Giovane, attualmente collocato in Vaticano.

L'intervento ha previsto: la collaborazione nelle operazioni di raccolta di informazioni; la classificazione dei rilievi; le riprese fotogrammetriche; la gestione delle fasi di consolidamento e di disinfestazione di ogni elemento e di ogni frammento; la falegnameria e la protesizzazione, ove necessario, della parte strutturale; il primo riassemblaggio del modello risanato; lo studio e la realizzazione del sistema di riassemblaggio definitivo mediante giunti elastici e staffature regolabili; la creazione di una nuova base di sostegno a elementi basculanti in acciaio; l'integrazione delle lacune e delle mancanze nella parte decorativa; poi la pulitura e l'integrazione delle cromie ed infine il rimontaggio su una nuova base metallica e con trattamento protettivo finale.

Di seguito è possibile leggere l'articolo di Claudio Tinunin, apparso nella rivista specializzata 'Recupero e Conservazione' nel marzo 1997, dedicato per l'appunto ai tre anni di lavoro per il restauro del modello ligneo della Basilica di San Pietro in Roma.

'[...] Ricordo ad esempio che durante i tre anni di lavoro (trentamila ore) per il restauro del modello ligneo della Basilica di San Pietro in Roma secondo il progetto di Antonio da Sangallo il Giovane, tutte le fasi vennero discusse e normalizzate su schede e protocolli a cui riferirsi quotidianamente. Occorsero sei mesi, tra rilievi e sopralluoghi, per definire tutte le modalità di smontaggio. Quindi furono collegialmente definite tutte le modalità di schedatura dei dati del degrado della documentazione fotografica e degli interventi da eseguire su ognuna delle migliaia di parti. [...] Questo lavoro, di confine tra restauro monumentale e quello dei cosiddetti 'beni mobili' rappresenta per me un modello dello stile di restauro che un azienda di qualità può produrre. L'azienda in qualità è quindi la sintesi sinergica delle figure professionali che vi operano delle metodiche che vi si impiegano.'

Articolo di Claudio Tinunin

Ligneo

 

.:: credits ::.
.:: Restauro Valeri S.r.l. ::.
Via del Commercio, 10 - 55042 Camaiore (Lucca)
Tel. (+39) 0584 969550 - Cell. (+39) 366 7204767 - Fax. (+39) 0584 969449
http://www.restaurovaleri.it - info@restaurovaleri.it
C.F. P.iva 01829290467